News

21/02/2018 - Seminario di approfondimento Anticorruzione & Trasparenza

Mercoledi 21 Febbraio mattina dalle 09:00 alle 13:00 abbiamo organizzato un seminario di approfondimento su Anticorruzione & Trasparenza con un relatore d'eccezione:

Il Prof. Santo Fabiano, esperto e Professore di Diritto degli Enti locali Università Roma 3.

pdf_p.gif Programma del seminario

pdf_p.gif Buono d'ordine

L'evento si svolgerà presso la sala del Consiglio del Comune di Castellazzo Bormida (AL).
Per il parcheggio consigliamo la piazza fronte Chiesa San Carlo San Anna.
Sotto la mappa interattiva.

Formazione + "suite PICO" sono il supporto fondamentale per Segretari Comunali, Amministratori e Responsabili al fine di riuscire ad affrontare con competenza e semplicità le varie scadenze. 

 



16/02/2018 - VOISpeed: Compliance GDPR.

Con 4 mesi di anticipo possiamo presentarci sul mercato con la soluzione "GDPR compliance" ovvero una piattaforma che rispetta le regole del nuovo regolamento Europeo.

  • perchè il GDPR coinvolge anche un centralino telefonico
  • come si aggiorna il Software
  • quanto costa al Cliente finale questo adeguamento ?
  • E' importante questo aggiornamento ?
  • Cosa succede se non ci si adegua ?
  • gli altri sistemi sono allineati alla normativa ?
  • ecc.

Sono tutti dubbi che l'Ente deve porsi, perchè in assenza di aggiornamento non potrà dichiarare la conformità (compliance) alla normativa. Con tutti i riflessi che ne conseguono.

Hai il nostro centralino. Non ti preoccupare, nessun costo e nessun problema.

Non hai il nostro centralino .. preoccupati !

In caso di dubbi o chiarimenti non esitate a contattarci.



09/02/2018 - On line l'applicazione informatica GRATUITA - ANAC

E’ on line da oggi l’applicazione informatica Whistleblowing per l’acquisizione e la gestione, nel rispetto delle garanzie di riservatezza previste dalla normativa vigente, delle segnalazioni di illeciti da parte dei pubblici dipendenti come definiti dalla nuova versione dell’art. 54 bis del d.lgs.165/2001.

Il sistema dell’Anac per la segnalazione di condotte illecite è indirizzato al whistleblower, inteso come dipendente pubblico che intende segnalare illeciti di interesse generale e non di interesse individuale, di cui sia venuto a conoscenza in ragione del rapporto di lavoro, in base a quanto previsto dall’art. 54 bis del d.lgs. n. 165/2001 così come modificato dalla legge 30 novembre 2017, n. 179.
Ti ricordiamo che ai fini della disciplina del whistleblowing, per “dipendente pubblico” si intende il dipendente delle amministrazioni pubbliche di cui all’articolo 1, comma 2, del d.lgs. n. 165/2001, ivi compreso il dipendente di cui all’articolo 3, il dipendente di un ente pubblico economico ovvero il dipendente di un ente di diritto privato sottoposto a controllo pubblico ai sensi dell’art. 2359 del codice civile.
Ti ricordiamo inoltre che la disciplina del whistleblowing si applica anche ai lavoratori e ai collaboratori delle imprese fornitrici di beni o servizi e che realizzano opere in favore dell’amministrazione pubblica.
Registrando la tua segnalazione su questo portale, otterrai un codice identificativo univoco, “key code”, che dovrai utilizzare per “dialogare” con Anac in modo spersonalizzato e per essere costantemente informato sullo stato di lavorazione della segnalazione inviata.
Ricordati di conservare con cura il codice identificativo univoco della segnalazione, in quanto, in caso di smarrimento, lo stesso non potrà essere recuperato o duplicato in alcun modo.

  • Cosa possiamo fare

L’attività di vigilanza anticorruzione dell’Autorità si svolge ai sensi e nei limiti di quanto previsto dalla legge n. 190/2012, in un’ottica di prevenzione e non di repressione di singoli illeciti.
L’Autorità, qualora ritenga la segnalazione fondata nei termini chiariti dalla determinazione n. 6 del 28 aprile 2015 «Linee guida in materia di tutela del dipendente pubblico che segnala illeciti (c.d. whistleblower)», in un’ottica di prevenzione della corruzione, può avviare un’interlocuzione con il Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza (RPCT) dell’Amministrazione oggetto di segnalazione o disporre l’invio della segnalazione alle istituzioni competenti, quali ad esempio l’Ispettorato per la Funzione Pubblica, la Corte dei conti, l’Autorità giudiziaria, la Guardia di Finanza.

  • Cosa NON possiamo fare

L’Autorità in base alla normativa attualmente vigente:

  • NON tutela diritti e interessi individuali;
  • NON svolge attività di accertamento/soluzione di vicende soggettive e personali del segnalante, né può incidere, se non in via indiretta e mediata, sulle medesime;
  • NON può sostituirsi alle istituzioni competenti per materia;
  • NON fornisce rappresentanza legale o consulenza al segnalante;
  • NON si occupa delle segnalazioni provenienti da enti privati.
  • Informazioni su sicurezza e confidenzialità

Grazie all’utilizzo di un protocollo di crittografia che garantisce il trasferimento di dati riservati, il codice identificativo univoco ottenuto a seguito della segnalazione registrata su questo portale consente al segnalante di “dialogare” con Anac in modo anonimo e spersonalizzato.
Grazie all’utilizzo di questo  protocollo, a partire dall’entrata in funzione del presente portale, il livello di riservatezza è dunque aumentato rispetto alle pregresse modalità di trattamento della segnalazione.  Per tale motivo si consiglia a coloro che hanno introdotto la propria segnalazione dopo la data di entrata in vigore della legge n. 179/2017 tramite altri canali (telefono, posta ordinaria, posta elettronica, certificata e non, protocollo generale), di utilizzare esclusivamente la piattaforma informatica. D’altronde, l’utilizzo della piattaforma informatica garantisce anche una maggiore celerità di trattazione della segnalazione stessa, a garanzia di una più efficace tutela del whistleblower.

È possibile accedere all’applicazione tramite il portale dei servizi ANAC al seguente url https://servizi.anticorruzione.it/segnalazioni/#/

A maggior tutela dell’identità del segnalante, l’applicazione è resa disponibile anche tramite rete TOR al seguente indirizzo. http://bsxsptv76s6cjht7.onion/

Per accedere tramite rete TOR è necessario dotarsi di un apposito browser disponibile al seguente link https://www.torproject.org/projects/torbrowser.html.en

La rete TOR garantisce, oltre alla tutela del contenuto della trasmissione, anche l’anonimato delle transazioni tra il segnalante e l’applicazione, rendendo impossibile per il destinatario e per tutti gli intermediari nella trasmissione avere traccia dell'indirizzo internet del mittente (per approfondimenti https://www.torproject.org/ )

Fonte: ANAC



01/02/2018 - Problemi elettrici. Risolti.

Dalle ore 8:30 alle 9:10 la nostra hot line (Novi Ligure) è rimasta bloccata a causa di cortocircuito della corrente pubblica.
Scoppi, fiamme e fuoco su tutta la linea elettrica.
Ora siamo sottogruppo di continuità.

Ci scusiamo per eventuali disagi fino al ripristino della normalità.

Enel ci informa che si sono attivati.



29/01/2018 - Servizio personalizzazione "IVR VOISpeed" per elezioni.

Come sempre, sensibili ai processi ed alle esigenze dei nostri Clienti, nei prossimi giorni tutti i nostri Clienti utilizzatori del nostro centralino VOIP saranno contattati per concertare il comportamento che il risponditore dovrà tenere nei giorni interessati da attività legate alle elezioni del 4 Marzo.

L'attività viene erogata a titolo gratuito.

Certi che detta iniziativa sia apprezzata, invitiamo tutti a dare la giusta importanza alla nostra comunicazione.